Forum ufficiale dell'esercito di Khenam
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistrarsiRegistrarsi  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Ruoli e compiti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Thaleron
Admin


Messaggi : 254
Data d'iscrizione : 13.09.11
Età : 35

MessaggioOggetto: Ruoli e compiti   Mer Set 14, 2011 8:56 am

Aspirante:
L’aspirante non è un membro dell’esercito a tutti gli effetti. Il suo ruolo è quello di guadagnarsi la fiducia delle altre guardie, ma soprattutto degli ufficiali. All’interno della caserma ha compiti specifici, come quello di sistemare la stalla, mettere in ordine la caserma stessa ed obbedire ovviamente ad ogni suo superiore. Il suo ruolo all’esterno della caserma è quello di avvertire i suoi superiori di un eventuale pericolo, aiutare i cittadini in casi estremi. Non può impugnare armi in città, e non può allenarsi. Da subito viene indirizzato verso un reparto specifico e dovrà rimanere fedele a quel reparto finché rimarrà un membro dell’esercito.  La durata dell’aspirantato è di circa 7 mesi (2 settimane real) al termine di questi sarà valutata la sua disciplina, la sua volontà e la sua determinatezza per entrare eventualmente a far parte dell’esercito di Khenam.
Un aspirante si riconosce dalla tunica colorata in base al reparto d’appartenenza (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri) e marchiata con l’emblema dell’esercito.

Recluta:
La recluta è un membro dell’esercito a tutti gli effetti. Il suo ruolo è quello di aiutare le guardie e iniziare il loro addestramento per diventare un giorno guardia cittadina. Già indirizzato in un reparto specifico dovrà seguire gli insegnamenti dei suoi superiori per migliorare nell’arte del combattimento e per aiutare al meglio i cittadini di Khenam. Può ritirare eventuali denuncie, impugnare armi in città e ovviamente può allenarsi solo in presenza di un superiore (che sia almeno un guardiano) e può arrestare sotto un ordine ben preciso. Non è permesso alla recluta di spingersi individualmente oltre i confini di Khenam, nè tantomeno di avvalersi della facoltà di condurre una scorta di un civile. Inoltre il giovane soldato deve anch’esso dimostrare piena fiducia, volontà nel proseguire il suo cammino, determinatezza ad affrontare la vita militare, piena obbedienza verso gli ufficiali e dedizione verso il corpo militare. Rimarrà tale finché non avrà dimostrato tutto ciò agli ufficiali. Una recluta si riconosce dalla casacca d’arme colorata in base al reparto d’appartenenza (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri) e marchiata con l’emblema dell’esercito.

Guardia cittadina:
La recluta viene promossa a guardia cittadina dopo una cerimonia al tempio di Vilmis dove un sacerdote fa giurare le reclute alta dedizione all’esercito e a Vilmis stesso. La guardia ha il compito di aiutare i cittadini sempre e ovunque all’interno dei confini di Khenam, eccezionalmente per eventuali scorte anche all’esterno dei confini. Può arrestare di sua iniziativa se lo ritiene opportuno, ovviamente la responsabilità andrà a carico della guardia stessa. Dovrà guidare le reclute e le nuove leve e continuerà a migliorarsi nell’arte del combattimento. La guardia cittadina potrebbe rimanere tale per il resto della sua carriera e dovrà comunque sempre e ovunque obbedire agli ordini dei suoi superiori. Si riconosce dalla casacca d’arme colorata in base al reparto (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri) e dalla mostrina con una fenice d'argento applicata su di essa.

Guardia Scelta
E' una guardia esperta nell'arte del combattimento e con esperienza alle spalle. Egli può dirigere una spedizione dove non sono presenti gli ufficiali, può addestrare le reclute e soprattutto funge da guardia del corpo al comandante o al generale. Si riconosce dalla casacca d’arme colorata in base al reparto (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri) e dalla mostrina con due fenici d'argento applicate su di essa.

Sergente:
Il sergente è un sottoufficiale dell’esercito, può impartire ordini ai suoi sottoposti del reparto a cui appartiene ed in via eccezionale anche agli altri membri sempre suoi sottoposti. Viene proclamato tale dopo una cerimonia al tempio di Vilmis.
Si riconosce dalla casacca d’arme colorata in base al reggimento di appartenenza (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri) e marchiata con lo stemma dell’esercito e dalla mostrina con un sole di bronzo applicato su di essa.

Capitano:
Il capitano è un ufficiale e caporeparto, può impartire ordini ai suoi sottoposti e viene proclamato tale dopo una cerimonia al tempio di Vilmis.
Si riconosce dalla casacca d’arme colorata in base al reggimento di appartenenza (giallo per gli arcieri, rosso per i fanti, bianco per i cavalieri). Si distingue inoltre dalla mostrina con due soli d'argento applicati su di essa.

Comandante
Il comandante è un ufficiale nonchè protettore di Khenam. Egli è a capo delle guardie della città e Si distingue dalla mostrina con tre soli d'oro applicati su di essa.

Generale
Il generale è il più alto ufficiale dell'esercito nonchè protettore di Khenam. Egli è a capo dell'intero esercito, sia di Nirs che della città. Si distingue dalla mostrina con quattro soli di platino applicati su di essa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://esercito.forumattivo.it
Herael



Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 14.09.11
Località : Torre Annunziata

MessaggioOggetto: Re: Ruoli e compiti   Mer Ott 09, 2013 7:29 pm

ON
SERGENTE (sottufficiale)


- È responsabile dell'esercito intero, in assenza degli ufficiali.
- Ha l’accesso all’armeria e al magazzino, ma non alla tesoreria.
- Può assegnare armi ed equipaggiamenti
- Ha il compito di tenere sotto controllo le scorte dell'armeria e provvedere quando serve all'acquisto delle merci
- Deve riferire ai superiori eventuali trasgressioni del codice militare.
-Non può punire un determinato soggetto emettendo sentenze militari, ma ha facoltà di riprendere,come ritiene più opportuno, inadempienze e insubordinazioni.
- Può effettuare colloqui.
- Non può emanare ne norme temporanee ne permanenti.
- Può proporre l’abrogazione di una norma.

CAPITANO (ufficiale)

- È responsabile dell'esercito intero, in assenza del generale e del comandante.
- Ha l’accesso all’armeria al magazzino e alla tesoreria
- Si occupa dei rifornimenti (anche se può cedere tali compiti ad un sottoufficiale)e di equipaggiare i propri uomini
- Può punire i trasgressori del codice militare emettendo una sentenza militare
- Si occupa delle strategie di battaglia
- Controlla l’operato dei sottoufficiali
- Può effettuare colloqui e reclutare nuovi aspiranti
- Può emanare norme temporanee con l'appoggio di almeno un ufficiale
- Può proporre l’abrogazione di una norma e abrogarla con l’appoggio di altri 2 ufficiali

COMANDANTE (ufficiale)

- È responsabile dell'esercito intero, in assenza del generale.
- Ha l’accesso a tutte le stanze della caserma (tranne alla stanza del generale)
- Può punire i trasgressori del codice militare emettendo una sentenza e ha potere di revocarle
- Decide le strategie di battaglia insieme ai capitani
- Controlla l’operato degli ufficiali
- Può emanare norme temporanee e permanenti senza alcun appoggio.
- Può abrogare una norma senza alcun appoggio.
-Può effettuare colloqui
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Ruoli e compiti
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
I Guardiani della Nuova Alba :: L'Esercito di Khenam :: Background-
Andare verso: